DALLA DEVITALIZZAZIONE ALLA APICECTOMIA PER SALVARE IL DENTE

Storia di un molare il 36 che dopo una devitalizzazione eseguita correttamente, ha sviluppato una reazione necrotica in un apice radicolare.

La necrosi compare dopo 3 anni dalla chiusura Canalare.

necrosi apicale radice distale

Il ritrattamento del canale distale non bene sagomato e riempito ha dato esito negativo, purtroppo l’rx endorale non è stata consegnata.

Alla prima visita nel mio studio l’esecuzione di un secondo ritrattamento viene scartata, anche per il forte riassorbimento sotto alla biforcazione delle radici.

Si decide in accordo con il paziente di eseguire un trattamento chirurgico per salvare il dente. L’APICECTOMIA. Cosa è L’apicectomia???

Si interviene con una tecnica piezo a ultrasuoni che permette di aprire una finestrella nella zona apicale della radice e tagliare la radice. Così facendo si tira via la parte malata e si pulisce a mano (Curettage) la cavità formatasi con la necrosi ossea (morte dell’osso da infezione cronica).

Dopo aver pulito la cavità si inserisce dell’osso sintetico con dell’osso autologo fornito da una zona della mandibola con un raschietto indolore (bone scraping). Questo insieme viene compattato e rimessa la finestrella ossea tolta all’inizio.
Si chiude la gengiva e si aspetta di mangiarci sopra all’elemento per una settimana . Nel giro di sei mesi l’osso si solidifica e il dente è salvo e sano.
Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.